Stomatite...infiammazione della cavità orale

Con il termine stomatite si definisce in campo medico un’infiammazione della cavità orale, che può interessare le gengive, la parte interna delle guance, la lingua, tutte le pareti mucoso – muscolari, il palato e le labbra. La medicina moderna indica tra le principali cause della malattia l’azione di batteri, virus o funghi.

A questi fattori scatenanti si possono aggiungere la presenza di carie, gengiviti, intossicazioni, malfunzionamento del metabolismo ( disfunzioni ormonali, disordine della flora batterica, problemi immunitari, carenza vitaminica), assunzione di alcuni tipi di farmaci, ingerimento di cibi piccanti, uso di alcool, tabagismo e, naturalmente, scarsa o insufficiente igiene orale.

La malattia si manifesta attraverso bruciori fastidiosi circoscritti all’interno della bocca, con la successiva comparsa di afte, vere e proprie lesioni ulcerose delle mucose. Le afte hanno un diametro di circa 4mm, ma possono anche arrivare ad un centimetro nei casi più gravi.

La sintomatologia e le diverse cause di questa patologia, hanno reso possibile l’individuazione da parte degli esperti di vari tipi di stomatite:

- la stomatite aftosa, la più comune, caratterizzata appunto dalla presenza di afte;
- la stomatite cancrenosa, detta anche noma, una delle forma più gravi della malattia, che si manifesta con un infezione dei tessuti molli del viso avente origine proprio dalle mucose della bocca. E’ causata dalla malnutrizione e la deficienza immunitaria, e può portare anche corrosioni dei tessuti tanto profonde da mostrare denti ed ossa. Il tasso di mortalità si aggira intorno al 70- 80%, mentre nei sopravvissuti restano deturpazioni tanto gravi da poter essere corrette solo con delicati interventi di chirurgia plastica. Solitamente questa forma di infezione è preceduta da malattie debilitanti quali la diarrea e la malaria;
- la stomatite di Vincent, infiammazione delle gengive che porta ad una progressiva necrosi. Presenta sintomi quali forte dolore, alitosi, emorragie, rigonfiamenti edemici, aumento incontrollato di linfonodi (linfadenopatia), febbre ed una particolare infiammazione tonsillare detta angina di Plaut- Vincent. Tra le cause della malattia ci sono la cattiva igiene, la malnutrizione, lo stress e la privazione di sonno. Contratta da molti soldati durante la Seconda Guerra Mondiale, viene volgare chiamata bocca di trincea;
- la stomatite erpetica, infezione di tipo virale che provoca forte dolore e la comparsa di numerose vesciche all’interno del cavo orale. La contaminazione salivare può facilitare la diffusione della malattia anche sul volto;
- la stomatite da nicotina, provocata naturalmente dall’uso continuo di tabacco. Non comporta un aumento del rischio tumorale e può essere sconfitta con la limitazione e l’eliminazione del vizio del fumo.

Gli esperti odontoiatri hanno riscontrato inoltre la comparsa di afte ed infiammazioni orali causate da possibile avvelenamento da sostanze chimiche. Solitamente è preceduta dall’assunzione di composti chimici dannosi come l’arsenico, il piombo o il bismuto, oppure dal contatto con alcuni metalli pesanti. In linea di massima la stomatite può essere curata attraverso la somministrazione di antisettici che vadano a disinfettare il cavo orale.

Per quanto riguarda i dolori possono essere utilizzati dei semplici antidolorifici e anestetici. Nel caso in cui l’infezione in questione sia di tipo batterico, viene solitamente curata con l’ausilio di antimicotici. Per disinfettare le parti malate e ripristinare una corretta igiene orale, si può ricorrere a degli sciacqui con acqua ossigenata o con tintura di calendula, la calendula officinalis. Tuttavia la scelta della cura migliore è strettamente legata al tipo di stomatite riscontrata nel paziente, e sposta l’attenzione soprattutto sulla diagnosi e la sintomatologia.

Lo studio dentistico di Lecco ti informa ...

Lo studio dentistico di Lecco in questa sezione tratta alcuni argomenti di interesse generale. Se hai dubbi puoi contattarci nella sezione domande&risposte; dove esperti odontoiatri si mettono a tua disposizione per consigliarti le terapie più idonee alla tua situazione.